A Roma solo la Lazio

La bordata di Tare: “Lazio rallentata, campionato falsato. Non c'è buona féde”

La bordata di Tare: “Lazio rallentata, campionato falsato. Non c'è buona féde”

«Il Var ci ha tolto tanto in classifica. Io dico minimo 12 punti. Vogliamo dire solo 6? Bene, diciamo che sono stati persi sei punti a causa di interpretazioni sbagliate e di errori dimostrati dalla tv, come il gol con il braccio di Cutrone durante la partita con il Milan. La posizione della Lazio oggi sarebbe diversa, non dico Champions sicura, ma quasi. Così si sta falsando il nostro campionato»”. Va dritto al punto Igli Tare, lo sfogo-denuncia arriva tramite le pagine del Corriere dello Sport, parole pesanti che potrebbero avere anche una conseguenza disciplinare, fermo restando che le lamentele del dirigente sono sacrosante considerati i multipli scempi arbitrali dei quali è stata vittima la Lazio. Nel lungo colloquio con Fabrizio Patania la rassegnazione non si palesa, piuttosto rabbia e incredulità per quanto visto in serie A in questa stagione. “L'uso del var nei nostri confronti è sotto gli occhi di tutti. Non sappiamo più bene quale sia il limite tra errori, falli visti o non visti, errori chiari o non chiari, mala féde – sottolinea amareggiato – Dall'inizio del campionato sono troppi gli espisodi che si stanno ripetendo... Tra novembre e dicembre siamo stati penalizzati in modo evidente, quattro gare in cui siamo stati danneggiati perdendo le distanze da Napoli e Juventus, eravamo a tre punti dal primo posto – spiega il direttore sportivo – Siamo stati rallentati, siamo quarti in corsa con le altre. Il campionato, lo dico con chiarezza, è stato totalmente falsato, e non c'è buona féde”. Frase quest'ultima che non piacerà al capo degli arbitri Nicchi, rimasto in silenzio in tutto questo periodo, un vuoto inaccettabile per chi, come la  Lazio, giustamente si ritiene vittima di una classe arbitrale che, per caso o per altro, con i capitolini spesso si è rivelata evidentemente inadeguata. “Vi siete dati una spiegazione?”, chiede il giornalista, la replica è secca: “Vi siete già detti tutto da soli... Non c'è molto altro da aggiungere. Noi ci sentiamo colpiti e ogni volta che siamo in alto succede qualcosa”.  Nonostante ciò Tare è convinto della forza del gruppo costruito negli ultimi due anni, il bersaglio grosso resta lo stesso. “Se lo vogliamo tutti, se continuiamo a lottare e correre, sono convinto che la Lazio nonostante le difficoltà, possa raggiungere un risultato che meritiamo e continuiamo a sognare. La qualità c'è.  Alla fine, in fondo al mio cuore, penso riusciremo a farcela”.   
 
Gianluca La Penna



Torna all'elenco
Titolo Lazio in Borsa
Almanacco Lazio Wiki
Cronache Tabellini Prossima Gara