Archivio storico

Milinkovic e Immobile ribaltano il Sassuolo: zona Champions a soli due punti

Milinkovic e Immobile ribaltano il Sassuolo: zona Champions a soli due punti
Senza il vestito da sera, ma con la voglia di lottare, la Lazio batte in rimonta il Sassuolo 2-1, centra la quarta vittoria consecutiva in campionato, la quinta inclusa qualla in Coppa Italia col Parma e conferma il buono stato di forma.   Risultato importante perché se al sassuolo mancava Berardi, con Boga entrato a gra in corsa, Inzaghi deve rinunciare a Ramos e Luis Alberto. L'inquilino di Formello, un po' a sorpresa, in attacco rilancia Correa accanto a Immobile, lasciando Muriqi e Caicedo in panchina; in difesa Patric rileva Ramos. De Zerbi alla fine sceglie Caputo centravanti, a sostegno il tridente Traore, Djuricic e Boga; madiana composta dai due rienbtranti Locatelli e Obiang. Pronti via e il Sassuolo aggredisce i padroni di casa, Djuricic tra le linee si muove agevolmente tanto che al 4' e al 5' i neroverdio vanno vicini al vantaggio: nella prima occasione Patric chiude su Rogerio, quindi Acerbi fa los tesso su Caputo. Il bomber però al 6' non perdona: Traore ruba palla sulla trequarti, apertura destra per Djurici che di prima serve la punta, interno destroo e 1-0. La Lazio reagisce subito, prende campo e trova  tre conclusioni dal limite, seppur non irresistibili. Al 17' è bravo Reina in uscita basa su Traore, innestato ancora dal numero 10 serbo. Le squadre si affrontano aperte, ma in emzzo al campo gli accoppiamenti sono chiari: Milinkovic-Locatelli, Akpa Apro-Obiang e Leiva-Djuricic. I capitolini alzano il ritmo, arrivano tanti corner, al 25' quello giusto arriva da un salvataggio di Ferrari su Correa servito da Milinkovic: sul calcio franco è il serbo a schiacciare imparabilmente per Consigli. La contesa mantiene le promesse, nei sette precednti in A infatti le reti sono ste 29. Tolto un anticipo di Marlon su Immobile al 34', dopo 1 minuto di recupero si arriva all'intervallo. La ripresa  con Haraslin al posto di Defrel vede gli ospiti partire meglio: al 48' Obiang servito da Haraslin salta Radu costringendo all'uscita; al 51' Lazzari chiude bene su Haraslin. La contesa scorre equilibrata, i biancocelesti hanno abbassato la pressione, il Sassuolo è attento a non concedere campo e fino al 72' di fatto non succede nulla, solo gli ingressi di di Parolo e Caicedo per l'ammonito Patric e Correa. Nel minuto che spacca la gara è bravo Marusic a saltare Haraslin, temporeggiare e servire la palla dietro per l'accorrente Immobile che di sinitro non perdona: 2-1. Al 75' il primo match point per la squadra di Inzaghi: l'esterno di Milinkovic lancia Lazari, palla dietro per Immobile il cui destro è ribattuto a porta vuota da Marlon. Palla al centro e arrivano quattro cambi: Inzaghi inserisce Lulic ed Escalante per Lazzari e l'ammonito Leiva; De Zerbi innesta Lopez e Boga per Obiang e Traore. Tatticamente Marusic trasloca a destra con il bosniaco sull'out opposto; stesso discorso sulla trequarti ospite col Boga a sinistra e Haraslin a destra. Dopo lo svantaggio il sasuolo reagisce veemente, al 78' è bravo Acerbi ad anticipare Caputo, di fatto Reina non compie parate. Al minuto 85' Muriqi rileva Immobile, il kosovaro si rivelerà utile facendo respirare la squadra e guadagnando metri e spendendo minuti. Al 90' Escalante si divora la seconda palla-partita: Caicedo lancia Muriqi, sinistro a giro preciso su cui Consigli respinge lateralmente, arriva l'argentino che tira debolmente. Giua fischia dopo tre minuti di recupero, sancendo i successo della Lazio che lascia l'avversario odierno lontano quattro punti e aggancia il Napoli a 34. Champions due lunghezze più su, l'Atalanta corre tanto e la Juventus deve recuperare la gara interna col Napoli; Roma a 37, Inter a 41 e Milan a 43. Ora arriva un altro snodo fondamentale per la stagione, il doppio confronto a Bergamo per i quarti di Coppa Italia e il campionato. Orobici che ieri a San Siro hanno preso a pallate la capolista Milan. Corsa Champions più viva che mai, la Lazio non vuole lasciare nulla. 
Gianluca La Penna
 
LAZIO-SASSUOLO 2-1
Marcatore: 6' Caputo (S), 25' Milinkovic (L), 72' Immobile (L)
 
LAZIO (3-5-2): Reina; Patric (67' Parolo), Acerbi, Radu; Lazzari (75' Lulic), Milinkovic-Savic, Leiva (75' Escalante), Akpa Akpro, Marusic; Correa (67' Caicedo), Immobile (86' Muriqi).
A disp.: Alia, Furlanetto, Armini, Hoedt, Fares, Czyz, Pereira.
All.: Simone Inzaghi.
 
SASSUOLO (4-2-3-1): Consigli; Muldur (90' Raspadori), Ferrari, Marlon, Rogerio; Locatelli, Obiang (76' Lopez); Traore (76' Boga), Djuricic, Defrel (46' Haraslin); Caputo.
A disp.: Pegolo, Turati, Ayhan, Peluso, Kyriakopoulos, Magnanelli, Oddei. 
All.: Roberto De Zerbi.
 
Arbitro: Antonio Giua (sez. di Olbia)
Assistenti: Peretti, Carbone
IV uomo: Abbattista
V.A.R.: Guida
A.V.A.R.: Tolfo
 
NOTE. Ammoniti: 59' Patric (L), 65' Marlon (S), 68' Obiang (S), 75' Leiva (L), 92' Ferrari (S)
Recupero: 1' pt, 3' st
 
Serie A TIM 2020-2021 | 19ª giornata
Domenica 24 gennaio 2021, ore 18:00
Stadio Olimpico di Roma
Torna all'elenco