Archivio storico

FOCUS - Kumbulla non sarebbe un rimpianto solo se arrivasse un giocatore dello stesso livello

FOCUS -  Kumbulla non sarebbe un rimpianto solo se arrivasse un giocatore dello stesso livello

Da quando si è diffusa la notizia del passaggio di Marash Kumbulla alla Roma - 5 milioni prestito, 18 riscatto nel 2021 più sette di valutazione per Cetin - tra i tifosi della Lazio è scattata la classica diaspora: occasione persa o giusta rinuncia perché il centrale non varrebbe 30 milioni? Due le cose certe in questa vicenda: Tare inseguiva il talento di Peschiera del Garda da circa un anno, aveva più volte manifestato apprezzamrnto definendolo da Lazio; lo stesso Tare non volva spendere 30 milioni. Ora, detto che tale esborso per un ragazzo con un anno di serie A può appariere esoso, i nodi da affrontare sono due: l'investimento poteva avere un suo profitto in futuro?; la Lazio, considerata la pressante richiesta di Inzaghi, ha pronta una carta di riserva? Kumbulla è un classe 2000, passaporto italiano, gioca nella difesa a tre e pur essendo destro si muove sul centro-sinistra, ovvero sarebbe stato uin perfetto vice-Radu. Se nei prossimi due, tre anni dovesse confermarsi, la Roma non faticherebbe s realizzare anche una discreta plusvalenza, considerato che ormai la differenza di prezzo tra difensori e punte non è così marcata come in passato: Certo, poi bisogna saper cedere, ma questo è un altro discorso. Andiamo alla seconda riflessione. Per non considerare il mancato arrivo di Kumbulla un'occasione buttata, Tare deve avere un piano B che sia credibile, ovvero parliamo di un profilo da un costo necessariamente significativo perché credere di trovare un buon marcatore a meno di 10 milioni appare un'utopia: casi come de Vrij, con i costi dei difensori schizzati verso l'alto negli ultimi anni, appaionio decisamente improbabili. La speranza è che Tare ci sorprenda in positivo. Inzaghi chiede un giocatore pronto, soprattutto sano, che non necessiti mesi d'ambientamento. Se così non sarà, Kumbulla rischia di diventare molto più di un rimpianto. 

Gianluca La Penna   

Torna all'elenco