Archivio storico

Maglia Acerbi - Chiusa indagine Procura: senza intesa tra le parti si va verso il deferimento

Maglia Acerbi - Chiusa indagine Procura: senza intesa tra le parti si va verso il deferimento

La Procura Federale ha inviato ai diretti interessati, Kessie, Bakayoko e A.C. Milan, l'avviso di conclusione indagini in merito a quanto accaduto al termine di Milan-Lazio, quando i due tesserati rossoneri esposero sotto il settore dei tifosi milanesi la maglia di Acerbi. Il procedimento aperto da Giuseppe Pecoraro riguarda la violazione dell'articolo 1 bis, quello della cosiddetta slealtà sportiva, violazione che prevede sanzioni che vanno dall'ammonizione alla squalifica, passando per un'ammenda. Adesso gli indagati hanno tre giorni per depositare una memoria e anche per chiedere di essere ascoltati, in questa fase del procedimento inoltre – prima del potenziale deferimento al Tribunale Federale (TF)– può essere utilizzato l'articolo 23 del Codice di Giustizia Sportiva, quello dell'applicazione di sanzioni su richiesta delle parti. In pratica accusa e difesa, leggi Pecoraro e i tre destinatari del provvedimento, possono concordare una pena da sottoporre poi al vaglio del TF. Come recita il suddetto articolo, “L’accordo è sottoposto, a cura della Procura federale, all’organo giudicante che,se reputa corretta la qualificazione dei fatti operata dalle parti e congrui la sanzione o gli impegni indicati, ne dichiara anche fuori udienza la efficacia con apposita decisione. L’efficacia dell’accordo comporta, ad ogni effetto, la definizione del procedimento e di tutti i relativi gradi nei confronti del richiedente, salvo che non sia data completa esecuzione, nel termine perentorio di 30 giorni successivi alla pubblicazione della decisione, alle sanzioni pecuniarie contenute nel medesimo accordo”. Al momento quello del patteggiamento ante-deferimento non sembra la strada preferita dal Milan, quindi è probabile che si vada al deferimento con il dibattimento prima davanti al TF, quindi, in caso di ricorso di una delle due parti, davanti alla Corte Sportiva d'Appello. Nello spazio di due-tre settimane, considerata l'urgenza della fattispecie, tutto il procedimento dovrebbe esaudirsi.

GLP
 

Torna all'elenco